Mandare video per email: ecco come fare

Non è una novità che l’utilizzo corretto dei video in una strategia di marketing può portare dei grossi benefici a livello di conversione utente, i tuoi prospect sono (statisticamente) più predisposti a guardarsi un video piuttosto che leggere un articolo, soprattutto se questo è molto lungo.

Un dato su tutti? Il 73% degli addetti marketing affermano che i video portano grossi vantaggi nel raggiungimento dei risultati (fonte: PMI Servizi) ed il 52% afferma che i video hanno il ROI, ovvero il ritorno di investimento, più elevato (fonte: Comunicare sul WEB)

Come applicare una strategia video ad una campagna di mail marketing?

Non puoi inviare video all’interno della tua newsletter, questo deve esserti chiaro, i programmi di posta non gestiscono questa tipologia di file multimediale, per diversi motivi, come il fatto che la mail “peserebbe” veramente troppo, creando solo problemi.

L’unico metodo esistente per fare una campagna di video marketing utilizzando la newsletter è inserire un’immagine “fasulla” che funzioni come un bottone e convinca il tuo utente a cliccare per vedere il video.

Facciamo un esempio concreto, guarda l’immagine qua sotto, è un’immagine “civetta”, se clicchi su play ti verrà aperta la pagina che contiene realmente il video.

Questo è quello che succederebbe all’utente cliccando sull’immagine presente nella tua newsletter.

Esempio Video Civetta
Esempio Video Civetta

Mentre il video che vedi qui sotto è reale e nativo; cosa vuol dire? semplicemente che se premi il tasto “PLAY”, si avvierà normalmente.

Come ti ho detto, questa tipologia di formato NON può essere utilizzato all’interno della tua newsletter.

Consigli di utilizzo

Se invii semplicemente l’immagine, come quella del primo esempio, può essere che il programma di posta utilizzato da chi riceve la mail la blocchi, rendendo di fatti inutile il tuo lavoro.

Cosa fare quindi?

Quando inserisci un’immagine che contiene anche un link, devi prestare attenzione a specificare in maniera separate anche il link, in maniera che non venga bloccato dal programma di posta elettronica.

Ma facciamo vediamo come fare, qui sotto puoi vedere la foto di una newsletter, ovviamente creata a titolo di esempio, in cui è presente sia il video “civetta” che il link nel caso la foto venisse bloccata.

Esempio di video civetta con link esposto
Esempio di video civetta con link esposto

Questo può essere un ottimo modo per portare i tuoi utenti a visualizzare il video promosso con la newsletter in maniera pratica.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto, se hai altri metodi o vuoi lasciare qua sotto la tua opinione, sarò felice di leggere e rispondere.

Categories

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *