Teaser: Uno Degli Elementi Fondamentali Dell’Email Marketing

Vuoi avere la capacità di muovere a tuo piacimento i lettori che leggono le tue email?

Oggi ti parlerò del Teaser, tecnica fondamentale che dovrai inserire nel tuo arsenale di copywriting perché quello che imparerai oggi ti darà la spinta in più che cercavi da tempo: percentuali di open-rate più alte e un CTR da paura!

Ad una sola condizione: che tu applichi la tecnica nel migliori dei modi (e oggi vedremo come).

Iniziamo!

Ciao, io sono Alessandro Baglieri e oggi ti parlerò del…

Teaser!

La verità è che molto probabilmente l’hai già visto o letto, ma forse non ci hai fatto caso e non te ne sei curato.

Il teaser lo vediamo tutti i giorni, veniamo bombardati da teaser quotidianamente, online, ma anche offline. É un’arma potentissima che dovrai iniziare ad usare se vuoi veder schizzare in alto le tue statistiche.

Teaser viene dall’inglese “To Tease” che significa “Provocare” (e già con questo forse inizi a capire un po’ di che cosa sto parlando).

Non hai ancora capito di che parlo?

Dimmi un po’: hai mai visto in TV, una pubblicità, o meglio un’anteprima di uno spettacolo, film o prodotto che ti ha stimolato grandissimo curiosità e interesse?

Bene, sei stato persuaso da un Teaser.

Ma vediamo subito l’applicazione pratica nel mondo del Copywriting:

  • Nelle Salesletter è tipicamente usato nei bullet point;
  • Nelle Squeezepage per incentivare a lasciare l’email;
  • Ed ecco dove volevo arrivare: nelle email per incentivare a cliccare!

Te lo spiego in soldoni così son sicuro che ti accorgerai di averlo già letto e percepito prima di oggi: il Teaser è quando nel tuo copy inizi a spiegare qualcosa, o più precisamente una parte di qualcosa, ma infine rimandi ad un’azione ben precisa che l’utente deve compiere per avere il resto!

Capito?

Son sicuro che ora avrai collegato, e ti staran balzando esempi su esempi in testa, sia nel mondo online che offline.

Il Teaser è usato (spesso abusato senza criterio) giornalmente ovunque e da chiunque voglia farti compiere un’azione ben precisa.

Il Teaser deve generare la voglia di saperne si più, devi portare il tuo lettore sul ciglio della curiosità, deve voler dannatamente conoscere il resto e per farlo dovrà compiere l’azione da te scelta.

Vien da sè (come penso avrai già capito) che se applicata con criterio potrà darti serie soddisfazioni.

“Ma dai, è semplicissimo, che ci vuole!”

Se ne sai già qualcosa di copywriting, allora non impiegherai molto tempo per riuscire ad applicare il Teaser in maniera corretta, MA…

Ma se sei agli inizi, il copywriting non è facile, non è semplice ed immediato iniziare a scrivere copy di qualità e che converte (qualunque tipo di conversione sia).

Per scrivere copy di alta qualità passano mesi (per non dire anni) di pratica costante.

Non far l’errore di credere che sia tutto facile e immediato, potresti scontrarti contro un muro.

In particolare: perché il Teaser può risultare di difficile applicazione per i principianti?

  1. Credono che il testo sia la cosa più importante;
  2. Il testo devi capire che NON è la cosa più importante, il testo è semplicemente lo strumento che utilizzerai per raggiungere la cosa più importante: cosa vuoi veramente ottenere da chi ti legge?;
  3. Nel caso del Teaser: le tue parole e il tuo testo devono servire unicamente per far “agire ed avere di più”.

Adesso vediamo un paio di esempi, ti farò vedere quello che NON devi fare e quello che invece devi fare se vorrai aumentare le tue conversioni sopra ogni limite.

Esempio Sbagliato Di Teaser

SUBJECT

Ecco come si coltiva un albero di mele

BODY

Vuoi imparare a coltivare un albero di mele?

Non è semplice, ma c’è una tecnica per riuscire a farlo con successo.

Assicurati di avere a portata di mano:

  • Acqua
  • Concime
  • Piantina di melo
  • Prodotti fitosanitari

Le irrigazioni del tuo melo sono importanti: vediamo alcune regolette. Le irrigazioni non devono essere particolarmente abbondanti ma assolutamente frequenti soprattutto d’estate perché il melo teme la siccità. Ma ricorda sempre con attenzione che le irrigazioni dovranno essere sospese un mese prima della raccolta dei frutti del tuo melo, questo per non far perdere i sapori della mela che altrimenti sarà annacquata e non buona. La potatura è un altro passo importante che se non viene effettuata correttamente si mette a rischio l’intera produzione. Nei primi anni di crescita devi effettuare una potatura per delineare la struttura della pianta, ricorda che si attua a fine agosto. Poi, quando il melo ha già prodotto almeno una volta dei frutti si passa alla potatura vera e propria eliminando i tralci spezzati, secchi, irregolari o vecchi e questa va fatta durante l’inverno. La fioritura avviene in primavera e bisognerebbe, se ne hai la possibilità, portare delle api in prossimità dei meli per agevolarne l’impollinazione. Le api non devono rimanere nel frutteto per periodi superiori alle 2 settimane.

Abbiamo preparato un video corso per fare tutto questo.

In questi video vedrai passo dopo passo come si coltivano gli alberi di mele così come ti abbiamo appena detto poco sopra.

Per andare a vedere il video, clicca sul link qui sotto e ci vediamo dall’altra parte:

>> LINK

Ecco, ora che hai letto questa email, dimenticatene e non ti azzardare a scriverne una neanche lontanamente simile.

L’ho scritta adesso su due piedi per farti vedere cosa assolutamente NON devi fare se vuoi avere delle conversioni nelle tue email.

Cosa manca? Perché non ti è venuta voglia di cliccare?

Perché manca del tutto il TEASER!

Esempio Corretto Di Teaser

SUBJECT

Al minuto 1:03 di questo video vedrai:

BODY

Vuoi imparare a coltivare un albero di mele?

Coltivare un albero di mele non è mai facile, ma
con i giusti trucchetti riuscirai a farlo con successo.

Abbiamo preparato un video gratuito con
i migliori trucchi per coltivare un albero di mele.

-al minuto 0:36 vedrai la tecnica chiave
-al minuto 1:03 capirai come gestire la coltivazione come
un professionista
-al minuto 2:44 vedrai cosa devi assolutamente evitare

Clicca nel link qui in basso per vedere subito i trucchi:

>>LINK

P.S. Questo video è un estratto del video corso 
“Coltivatore di Mele TOP”, l’unico corso che 
insegna a coltivare alberi di mele con facilità ed
efficacia.

Abbiamo usato un formato video particolare
(poco conosciuto) che ti permetterà di capire
facilmente cosa fare e come farlo.

Vedi un esempio nel video gratuito >>LINK

QUESTO É TEASER!

Questo è quello che devi fare, niente è lasciato al caso!

Cosa volevo io?

Portare l’utente al video gratuito.

Come ho fatto?

Teaser all’ennesima potenza!

  • L’email è volutamente corta e sintetica quanto basta (non lunga e pallosa come la prima);
  • Non ho detto praticamente nulla, se non dare degli input che solo vedendo il video saranno soddisfatti (“al minuto 0:36” eccetera);
  • Tutto, ma proprio tutto (a partire dal soggetto dell’email) è fatto per farti progredire passo dopo passo nell’email e a voler saperne qualcosa di più!
  • Anche quando vado a capo non è lasciato al caso, anche lì si applica il teaser, devi spezzare sempre e comunque le tue frasi per generare sempre l’interesse nel progredire riga dopo riga fino alla fine dell’email.

Leggi e rileggi l’esempio, dal soggetto, alla spezzatura delle frasi, ai bullet point, al particolare formato video… tutto genera curiosità in chi legge (ovviamente in un lettore in target) e non potrà fare a meno di cliccare per andare a dare un’occhiata per vedere qual è quella cosa che deve assolutamente evitare nel minuto 2:44.

Bene, penso che ti abbia lasciato con una delle migliori tecniche che dovrai iniziare ad utilizzare sin da subito nelle tue email.

Fanne buon uso e non abuso.

Alla prossima!

Categories

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *