12 esempi di email che hanno generato milioni di euro (con immagini)

Prima o poi, tutti noi abbiamo bisogno d’spirazione per svolgere il nostro lavoro al meglio.

Non importa che tu sia un veterano del marketing con anni di esperienza, o un neofita che sta iniziando a creare le sue prime campagne: abbiamo tutti bisogno di trarre ispirazione dai “pesi massimi” del settore. Ci aiuta a sprigionare la nostra creatività, e a migliorare il nostro marketing.

La maggior parte delle volte, l’ispirazione è facile da trovare perché su internet il contenuto è per definizione disponibile a tutti. Puoi visitare i siti web di varie compagne di successo per trarne spunto, e puoi vedere cosa stanno facendo nei social media.

Ma c’è un canale di marketing sul quale è molto, molto difficile trovare esempi a meno di non fare una ricerca approfondita che richiede tempo e fatica: l’email. Di solito devi iscriverti alla lista di qualcuno per vedere le sue email, e anche se sei iscritto, probabilmente riceverai email ogni giorno: con una mole così elevata di materiale da scremare, in pochi si prendono la briga di farlo.

Visto che è così difficile trovare buoni esempi di email marketing efficace, in questo articolo ho deciso di fare il lavoro per te. Qui sotto troverai 12 esempi eccezionali di email di famose aziende che hanno generato milioni e milioni di euro, con una spiegazione di cosa le rende veramente eccezionali.

Spero che ti diano l’ispirazione che ti serve per portare il tuo email marketing al prossimo livello!

NOTA – Tutti questi esempi sono in lingua inglese, perché l’email marketing negli Stati Uniti è attualmente a un livello superiore a quello che si può vedere in Italia: se applichi queste strategie nel tuo email marketing, sarai un passo avanti a tutti i tuoi concorrenti!

12 esempi di email marketing efficace

1 – Warby Parker

Warby Parker è una famosa azienda che vende occhiali da vista e da sole. Il primo campanello che ci avvisa di come si tratti di un’email eccezionale è l’oggetto:

Uh-oh, la tua prescrizione sta per scadere

Questo mette fretta, aggiunge urgenza, senza spiegare in dettagli di cosa si tratti e creando quindi curiosità: due elementi che, se combinati, garantiscono un open rate eccezionale.

Ciò che rende questa email eccezionale è l’uso della data in maniera dinamica: è la prima cosa che balza all’occhio una volta aperta l’email, e visto che la scadenza è vicina, l’utente è portato a leggere l’intera email per sapere cosa si sta perdendo. La strategia è ottima da usare ogni volta che hai un’offerta temporanea.

Oltre a questo, è da notare l’intelligente uso del footer: se la prescrizione è scaduta, basta fare click per rinnovarla in pochi semplici passi. Quindi anche se un contatto legge l’email dopo la scadenza, è comunque presente un secondo CTA per aumentare click e conversioni.

warby-parker-email-example

2 – Charity: Water

Non è detto che tutte le email debbano essere inviate da aziende “for-profit”. Anche le non-profit che si occupano di beneficenza possono trarre vantaggio dall’email marketing.

Quando si parla di email marketing, in molti si dimenticano di menzionare il tipo di email che genera un tasso di aperture e click fino a 5 volte superiore alla media: le email transazionali. Queste sono email automatiche che vengono inviate dopo aver completato un’azione sul sito web: ad esempio compilare un form, richiedere un report in PDF, acquistare un prodotto o aggiornare il proprio ordine.

Insomma, le classiche “thank you email“.

Queste email vengono spesso dimenticate nel marketing, ma in realtà sono di gran lunga le migliori per inserire un ulteriore CTA: oltre all’alta probabilità di venire aperte e lette dall’inizio alla fine, un contatto che ha appena completato una conversione è molto più propenso a farne un’altra subito dopo.

Charity: Water sfrutta questo principio inviando una serie di email pseudo-transazionali a intervalli regolari con una sequenza automatica temporizzata.

Quando qualcuno fa una donazione, i suoi soldi iniziano un lungo percorso verso la loro destinazione in Rwanda. La maggior parte delle aziende di beneficenza non ti dicono dove sono i tuoi soldi in un determinato momento e come vengono spesi. Al contrario, Charity: Water usa l’email marketing per dirti esattamente in che modo i tuoi soldi sono stati d’aiuto ai riceventi, con una comoda timeline che spiega l’intero percorso.

La genialità di questa email sta nel fatto di usare il potere delle email transazionali per continuare a tenersi in contatto, e richiedere una seconda donazione in futuro.

Da notare, nella seconda parte, foto e aggiornamenti più concreti sullo stato dei lavori.

charity-water-email-example

3 – BuzzFeed

Personalmente non sono un grande fan del contenuto superficiale e click-bait di BuzzFeed, ma devo ammettere che il loro marketing è al un livello superiore rispetto a qualsiasi concorrente.

Iniziamo dall’oggetto di questa email, fatto apposta per stimolare curiosità e differenziarsi dalla solita solfa che intasa la nostra casella di posta:

Alzati! Alzati adesso!

E la prima riga di testo, ossia l’anteprima visualizzata da Gmail, è sempre studiata e mai lasciata al caso: una cosa di cui troppi marketer si dimenticano.

buzzfeed_inbox

Una volta aperta l’email, il contenuto continua ad essere coerente con il titolo.

Il titolo “BuzzFeed Today” e lo stile richiamano una testata giornalistica, il che contribuisce a dare autorità all’azienda aumentando click e fidelizzazione. Il contenuto è senza fronzoli e molto basato sulle immagini, coerentemente con lo stile del sito web.

buzzfeed_images_enabled

4 – Canva

La genialità di Canva sta nella sua semplicità. Ogni volta che creano un nuovo design sul loro sito, lo annunciano alla loro lista con un’email come quella che puoi vedere qui sotto. Ogni email contiene una breve descrizione, mostra un’anteprima, e incoraggia il lettore a provare subito le nuove funzionalità.

La parte più interessante, oltre alla brevità che dimostra come non sia necessario scrivere tanto per ottenere una conversione (click), è il modo in cui l’email marketing si integra con l’app di Canva: bastare un click per entrare nel programma direttamente, senza dover fare login.

5 – Birchbox

Birchbox è un altro caso in cui l’oggetto dell’email stimola molte aperture:

Abbiamo dimenticato qualcosa nel tuo box di febbraio!

Così come con Charity: Water, l’oggetto fa credere al contatto che questa si tratti di un’email transazionale. Questo aumenta il tasso di apertura, perché l’email è direttamente collegata all’acquisto fatto dalla persona in passato.

Naturalmente, basta leggere il testo dell’email per capire che in realtà non si sono dimenticati di includere qualcosa nel box del mese precedente. Questo è un pretesto per inviare un codice sconto, che è sempre gradito agli utenti e uno dei metodi migliori per aumentare le vendite: chi ha già acquistato è ancora più propenso a rifarlo con un coupon.

Questa è un’email con più testo rispetto agli esempi precedenti, ma è comunque abbastanza corta e può essere letta in pochi secondi. Questo è un trend che sta diventando sempre più comune, grazie anche alla prevalenza dei dispositivi mobile: leggere un’email lunga su telefono è una gran rottura di scatole!

birchbox-email-example

6 – Cook Smarts

Recentemente, stanno andando molto di moda i siti web sull’alimentazione e cucina. Cook Smarts invia newsletter settimanali con deliziosi pasti salutari.

Il layout delle loro email è spettacolare, e leggerle è un piacere. Visto che contengono diversi articoli, ogni email è divisa in tre sezioni diverse per rendere la lettura più agevole. In questo modo è inoltre più semplice individuare il contenuto al quale si è maggiormente interessati. Visto che il layout rimane costante in ogni email, è facile trovare quello che ti piace di più all’interno di un’email anche lunga.

Un altro tocco di classe è dato dal tasto “inoltra a un amico”, che aiuta a diffondere ancora di più il messaggio a persone non presenti nella tua lista. Soprattutto per email che potenzialmente possono essere condivise da molte persone, è un’ottima idea aggiungere questa funzione in un posto visibile.

cooksmart-email-example

7 – Dropbox

Potresti pensare che sia difficile far piacere un’email inviata a un contatto che non ha ancora provato il tuo prodotto o non lo usa da molto di tempo, ma in casa Dropbox ci sono riusciti.

Hanno trovato un sistema per inviare un’email del tipo “riprova il nostro servizio” divertente e piacevole da leggere, grazie al loro stile cartoonesco inconfondibile. In più l’email è corta, visto che il target di questo messaggio difficilmente sarà interessato a leggere qualcosa di più complesso. Questo accentua ancora di più il fatto che l’email sia concepita come un semplice promemoria, non fatta per infastidire.

Puoi implementare anche tu questo tipo di email nel tuo marketing, sfruttando il precedente creato da Dropbox. Una cosa che potrebbe esserti utile è proporre uno sconto temporaneo per incentivare l’acquisto del prodotto da parte di persone che non interagiscono da diverso tempo con le tue email.

dropbox-email-example

8 – Paperless Post

Potresti pensare che le email tematiche per le ricorrenze festive siano da relegare al natale. In realtà così facendo stai perdendo una ghiotta opportunità per campagne a tema con la stagione o la ricorrenza annuale.

Ad esempio guarda questa email di Paperless Post. Il menù, nella parte alta, è strutturata come se fosse un sito internet: questo aiuta il posizionamento del brand, e incentiva inconsciamente il contatto a cliccare per avere più dettagli nella sezione apposita del sito web.

Secondo, l’headline è un perfetto esempio di come generare urgenza in un contatto. In questo caso la ricorrenza è la festa della mamma, che verificandosi una volta l’anno ha una scadenza fissa: questo rende le ricorrenze un eccellente momento per delle promozioni a tema.

Sotto al titolo, possiamo vedere un semplice design a griglia che è semplice da consultare e visivamente appagante. Ogni immagine nei riquadri è un CTA: cliccaci sopra, e verrai rimandato alla pagina di acquisto.

Se hai un business con un catalogo ampio, sfrutta questo modello per mandare offerte tematiche e spingere alcuni prodotti che magari hai in magazzino da troppo tempo.

paperless-post-email-example

9 – Stitcher

La scienza ci dice che alle persone piacciono le esperienze personalizzate, non quelle standardizzate e uguali per tutte. Di conseguenza, ne deriva che alle persone piaccia ricevere email che sono in qualche modo personali e non inviate come newsletter a migliaia di persone. Questo aumenta la connessione fra il brand e il singolo contatto.

Per questo l’email di Stitcher, che si apre con un “Consigliati per te”, è il miglior esempio da portare. Fin dalla sua premessa, l’email sembra costruita su misura per il contatto a cui è inviata.

Stitcher con questa email ti incoraggia a iscriverti a nuovi canali di podcast, invogliando le persone a esplorare le varie categorie. Una strategia già usata da altri colossi come Netflix, Spotify e Tripadvisor.

Questo è inoltre un ottimo esempio di email responsive: forti contrasti, immagini grandi, poco testo e bottoni ancora più grandi: tutti gli elementi distintivi di una buona email scritta per essere consumata su smartphone.

stitcher-email-example

10 – Turnstyle Cycle

Le email di Turnstyle Cycle dimostrano che non serve assumere un designer per progettare le proprie email: un loco con un po’ di testo può esser sufficiente. Questo è l’approccio che abbiamo scelto anche con ActiveCampaign Italia, per incentivare la lettura senza distrazioni.

Per quanto riguarda il design, Turnstyle Cycle è quanto di più semplice si possa immaginare: header con il logo, seguito da del testo e un semplice footer. Sembra l’email che mi potrebbe inviare un mio amico o parante, con un solo logo aggiunto all’inizio per rendere la compagna riconoscibile. Questo è accentuato anche da un testo in tono particolarmente amichevole.

turnstyle-email-example

11 – Poppin

I tuoi clienti vogliono ricevere aggiornamenti su nuovi sconti e promozioni sul tuo sito, quindi non c’è niente di male nel mandarli alle persone giuste. Questo l’ha capito bene Poppin, che ha fatto un ottimo lavoro con questa email che offre uno sconto del 15%.

L’email è fatta per essere il più coerente possibile con il brand, e il design ne esalta le caratteristiche principali: bello, elegante, moderno. In questo modo l’email non solo informa, ma rafforza il brand.

Troppe compagne, soprattutto di e-commerce, si dimenticano di fare sconti e promozioni all’utenza già acquisita. Ma con la concorrenza che continua ad aumentare anche in Italia, i costi di acquisizione dei nuovi clienti stanno aumentando sempre di più.

Con il giusto email marketing, si possono far ritornare clienti e fidelizzarli definitivamente a costo zero: come si può vedere da questo esempio, creare un’email con un coupon non è per nulla complesso, e modificando il giusto modello è una questione di pochi minuti.

poppin-email-example

12 – Drybar

A volte, le email migliori hanno il design più semplice possibile. A vedere quelle di Drybar, sembra che ci abbiano azzeccato in pieno.

La loro email è facilissima da leggere, ed è un piacere per gli occhi. Il testo inizia grande, e si rimpicciolisce sempre di più man mano che si scorre in basso: questo è il sistema migliore per catturare l’attenzione all’inizio, e tenere un contatto interessato fino all’ultima riga.

Questa email comunica un concetto semplice, e lo fa nel migliore dei modi con un design semplice ma elegante.

Ciò che rende questa email così ben riuscita è il suo scopo: presenta un prodotto in maniera coincisa dicendoti quello che devi sapere. Niente di più, niente di meno. Complimenti a Drybar per aver usato il design come strumento di comunicazione efficace!

drybar-email-example

Conclusione

Questi sono solo degli esempi di alcune fra le mie email preferite. Ce ne sono altre, come il sempreverde Tripadvisor, che non smettono mai di stupire. Ma in questo articolo ho voluto citare 12 aziende poco note che hanno generato milioni in vendite grazie anche a un email marketing azzeccato: usa questi modelli provati per potenziare anche il tuo marketing!

E se conosci altri esempi di campagne email di successo che meritano di essere citate in questo articolo, menzionale nei commenti qui sotto.

Categories

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *