Active Campaign annuncia l’integrazione con BigCommerce

Active Campaign aveva annunciato che Shopify sarebbe stato solo l’inizio.

Se non sai di cosa stiamo parlando ti spiego brevemente: Active Campaign ha iniziato a lavorare alle integrazioni dei servizi più comuni per ampliare le possibilità che un utente può fare con il proprio account di Active Campaign.

L’obiettivo è chiaro: semplificare la trasmissione di dati tra i vari servizi e Active Campaign così da avere una lista contatti con tutti i dati che ti servono, ma non solo, Active Campaign non vuole semplicemente trasferire i dati, ma renderli partecipi del tuo marketing, potrai utilizzare tutti i dati per creare campagne, automazioni, obiettivi e segmentazioni.

Oggi sono qui per dirti che Active Campaign ha rilasciato una seconda integrazione: BigCommerce.

L’integrazione con BigCommerce porta tutte le informazioni dei tuoi clienti all’interno di Active Campaign, associando le informazioni con dei record specifici ai contatti.

Ora potrai visualizzare molte più informazioni nella scheda del tuo contatto (la cronologia degli acquisti, i profitti totali, gli ordini totali e il totale dei prodotti da lui acquistati).

Oltre a rendere queste informazioni disponibili nelle schede dei tuoi contatti, potrai utilizzarle ogni volta che ti serviranno.

Potrai ad esempio segmentare i contatti che hanno acquistato un prodotto in particolare o hanno raggiunto uno specifico lifetime value, hanno acquistato 9 o più prodotti, hanno fatto più di 4 ordini e così via.

Puoi utilizzare tutte queste informazioni per creare automazioni, per gestire le condizioni if/else, gli obiettivi, il punteggio dei contatti. Tutto questo per creare dei percorsi personalizzati di marketing legati alle informazioni che hai acquisito sul tuo e-commerce.

In questo post troverai qualche esempio che potrai utilizzare per iniziare.

Active Campaign ha la visione di un sistema modulare ed estensibile di applicazioni che comunicano fra di loro in maniera semplice ed intuitiva.

Active Campaign vuole offrire a suoi clienti la flessibilità di scegliere lo strumento giusto per il giusto scopo e le proprie specifiche esigenze.

Quando Active Campaign ha annunciato l’integrazione con Shopify, avevano promesso che ne sarebbero arrivate altre. BigCommerce è la seconda, ma non l’ultima, ci sono tante richieste e gli sviluppatori di Active Campaign si stanno muovendo per realizzarle tutte, una dopo l’altra.

Gli e-commerce sono stati l’inizio, ma arriveranno integrazioni con servizi di vario tipo per semplificare l’uso di servizi per gestire eventi, corsi, webinar e tanto altro.

Active Campaign vuole darti la libertà di scegliere gli strumenti più adatti a te e di semplificarti la vita nell’integrarli e gestirli con facilità.

Trovi QUI la guida per integrare BigCommerce.

Esempi di Automazioni con l’integrazione di BigCommerce

1- Personalizzare gli annunci dei prodotti

Gestire gli annunci dei nuovi prodotti in vendita può esser difficile. Se non ricevi spesso nuovi prodotti da mettere in vendita, può esser difficile creare un unica comunicazione che vada bene per tutti. D’altro canto se ricevi molti prodotti da mettere in vendita, non puoi bombardare di email i tuoi contatti.

In questo esempio, creeremo più modelli di email a seconda dell’ultimo acquisto fatto da ogni contatto così da inviare email ben in target quando vuoi annunciare un nuovo prodotto.

Pensa ad altri prodotti che hai in vendita, o che hai venduto in passato, devono essere complementari al nuovo prodotto che stai lanciando. Scrivine 2-3 e abbozza qualche spunto di copywriting per lanciare il tuo nuovo prodotto. Personalizza il tuo copy considerando quei 2-3 prodotti che hai scritto. Per esempio potresti dire: “Ti ho visto comprare i maccheroni ieri, permettimi di introdurti il formaggio!”.

Crea una nuova automazione senza un trigger di inizio poiché questa sarà una “one time automation”, aggiungerai poi manualmente tutti i contatti, una volta pronta.

Utilizzando una serie di IF, raggrupperai i contatti in base al loro ultimo acquisto. Puoi farlo tutte le volte che vuoi. Puoi far terminare l’automazione dopo che tutte le email sono state mandate.

Vai nella tua lista contatti, prendi tutti i clienti che hai su BigCommerce, clicca su “modifica” e aggiungili all’automazione.

Tutti i contatti che corrisponderanno ad un modello basato sulle istruzioni IF riceveranno una email personalizzata sulla base del loro ultimo acquisto.

Per importare questa automazione CLICCA QUA.

2- Invia una cartolina di ringraziamento ai tuoi clienti migliori

Il principio di Pareto, comunemente indicato come “la regola 80/20”, afferma che l’80% delle tue entrate deriva dal miglior 20% dei tuoi clienti.

Ringraziare questi clienti può fare la differenza, può aumentare la fedeltà e renderli ancora più affezionati al tuo brand. Inviare loro una cartolina è un semplice modo di ringraziarli e per far capire quanto apprezzi la loro fedeltà al tuo brand.

Non riesco a pensare ad altre attività che possano generare un ROI più elevato per il tuo e-commerce.

Questo è un semplice esempio, ma richiede l’integrazione di Zapier (oppure programmare dei codici personalizzati). Se non vuoi usare Zapier, puoi comunque avere risultati simili inviando una semplice email di ringraziamento con un coupon sconto.

Per avviare l’automazione usa il trigger di aggiunta tag (l’automazione parte ogni qual volta il tag “bigcommerce-customer” è stato aggiunto). Questo tag viene aggiunto automaticamente quando un cliente acquista qualcosa sul tuo e-commerce (oppure è automaticamente presente per i nuovi contatti importati grazie all’integrazione).

Nella pratica, l’automazione parte per tutte quelle persone che hanno acquistato qualcosa sul tuo e-commerce. Il passo successivo è quello di tracciare la vita di questi contatti finché qualche contatto non spende più di una determinata soglia (500€ per esempio) e a quel punto far partire il tutto. Potrai farlo utilizzando il parametro “Totale ricavi” presente in ogni contatto grazie all’integrazione.

Assicurati di avere come condizione di attesa un operatore AND per i dettagli dei contatti come via, città, cap.

Ora procedi con Zapier e crea un nuovo Zap con il trigger “Catch hook”. Copia l’URL che Zapier ti darà.

Torna nell’automazione e incolla il link fornito da Zapier. Completa la costruzione dell’automazione. Per inviare una cartolina scegli Lob come azione Zap e mappa tutti i campi da Active Campaign a quelli corrispondenti in Lob.

Per importare questa automazione CLICCA QUA.

Ti ricordo che puoi trovare QUI la guida per integrare BigCommerce.

Categories

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *